...facciamo siti

I CMS

Di CMS ne esistono una galassia.

Come le stelle, alcune sono per noi impossibili da raggiungere. Altre si sono spente. Altre ancora sono cresciute col tempo, e grazie alla loro perfezione e visibilità sono aumentate a dismisura, schiacciate dal loro stesso peso, attirando sempre più massa. Brillando di luce propria riscaldano i mari sui quali navigano gli internauti e anche se non sembra, ne  influenzano le maree.

Se avete tempo e voglia vorremmo presentarvi alcune di queste supernove, con le quali abbiamo a che fare:

Drupal: creato originariamente dal Benevolo Dittatore a Vita Dries Buytaert il nome Drupal è la traslitterazione inglese per la parola olandese druppel che significa goccia. Il nome nasce dal defunto drop.org, sito il cui codice si evolvette lentamente fino a trasformarsi in Drupal. Buytaert voleva chiamare il sito «dorp» (in olandese «villaggio», riferendosi all’orientamento «per community» del progetto), ma commise un errore di digitazione quando controllò la disponibilità del dominio. Rileggendo, decise che drupal suonava meglio. Negli anni Drupal ha acquistato popolarità. Da maggio 2006 ad aprile 2007, Drupal è stato scaricato più di 600.000 volte. Ora lo sviluppo di Drupal gode dell’apporto di una grande comunità. Drupal ha ricevuto elogi da webmaster, progettisti e programmatori, in parte grazie al suo design modulare che permette al suo livello base, o «core» di fornire solo le funzioni essenziali nella sua configurazione predefinita. Funzioni e capacità di visualizzazione aggiuntive possono estendere il «core» tramite l’installazione di moduli e temi.Dal novembre 2009 il sito della Casa Bianca WhiteHouse.gov utilizza Drupal. Dai un’occhiata a chi utilizza Drupal in Italia.

WordPress: Sviluppato dal Benevolo Dittatore a Vita Matt Mullenweg, a prima versione di WordPress fu rilasciata il 27 Maggio 2003. Il nome WordPress fu suggerito da Christine Selleck, ma le varie versioni furono chiamate con nomi legati al jazz: per esempio la versione 1.5 fu chiamata in codice Strayhorn da Billy Strayhorn, e la 2.1 Ella, da Ella Fitzgerald. Finora soltanto la versione 2.0.5 ha interrotto questa tradizione in onore della nascita del figlio di uno degli sviluppatori, il nome del quale è appunto Ronan. Per popolarità è attualmente il CMS più utilizzato al mondo e puoi avere un’idea di dove sia utilizzato qui.

Joomla!: nato nel settembre 2005 da una scissione del codice del CMS Mambo; attualmente è in rapido sviluppo, sotto la guida di un gruppo di programmatori (per buona parte ex-sviluppatori di Mambo) riuniti nell’associazione no-profit Open Source Matters. Il nome del progetto è una interpretazione fonetica della parola swahili jumla che significa “tutti insieme” o “come un’unica entità”. Questo termine fu scelto in quanto rifletteva i propositi del team di lavoro che presiede tuttora insieme alla comunità alla realizzazione del progetto. La prima release di Joomla fu annunciata il 16 settembre 2005. Rifatevi gli occhi allo showcase.

Magento: e non poteva mancare per l’e-commerce Magento, lanciato il 31 marzo 2008. I lavori per la creazione di Magento sono cominciati nel gennaio del 2007.Sette mesi dopo, il 31 agosto 2007, è stata pubblicata la versione beta. La rivista tedesca t3n ha promosso Magento nell’edizione di dicembre 2007. Nel marzo 2008, Magento è stato scelto per presentare la conferenza Under the Radar: The Business of Web Apps. Ecco a cosa potrà assomigliare il vostro e-commerce.

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien